Comitato Regionale Sicilia Bridge

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Dove ti trovi

Home News
News
 

Campionati di Società Open e Femminili 2022. Possibilità svolgimento alternativo

E-mail Stampa PDF

Con la circolare n. 70 del primo dicembre 2021 si comunica la possibilità di svolgimento alternativo a quello tradizionale  per i  campionati di società Open e Femminili 2022.

"..la scadenza del termine per le iscrizioni alla manifestazione in oggetto è rinviata a giovedì 9 dicembre 2021, che la composizione de sorteggio per i calendari sarà effettuato  nei giorni successivi e che il sorteggio dei calendari sarà effettuato mediante l'estrazione del lotto di giovedì 23 dicembre 2021 secondo il regolamento fissato nel bando di gara

Tenuto conto dell’evoluzione della pandemia in via del tutto eccezionale sarà consentio uno  svolgimento alternativo a quello tradizionale degli incontri di round robin della regular season

Previa richiesta scritta di tutte le squadre di un girone, gli incontri di quel girone potranno essere giocati nelle date e negli orari previsti dal bando di gara RealBridge, con i giocatori di ciascuna delle due squadre schierati in presenza presso la propria sede di gara casalinga.

La richiesta in merito dovrà pervenire dopo la pubblicazione dei gironi e prima del sorteggio del relativo calendario. ......""

 

 

 


si allega copia della circolare

Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (circolare 70.pdf)circolare 70.pdf 146 Kb
Ultimo aggiornamento Venerdì 03 Dicembre 2021 08:39
 

Camminando in riva al mare …

E-mail Stampa PDF

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Marisa Lappano ideatrice del protocollo con il CUS

""Domenica 28 novembre al Circolo del Bridge di Catania c’è stata una bella stretta di mano tra l’ Avv. Ferlazzo Natoli  e il Prof. Oliveri a testimoniare l’avvenuta firma del Protocollo di intesa tra FIGB e CUS Catania. Il mio intervento è iniziato con una breve cronistoria del percorso che si concludeva con questa manifestazione, consapevole che era stata fatto il primo passo  per raggiungere l’obiettivo di costruire, nei dovuti tempi, una squadra di campioni. Siamo tutti  certi che tra i giovani studenti catanesi ci siano dei grandi talenti, non li conosciamo ancora e neanche loro sanno di avere grandi potenzialità per praticare con soddisfazione questo sport. Ma ci incontreremo nel prossimo futuro in ambienti devoti, che sia il Polo Universitario Sportivo, o il Circolo del Bridge o qualunque altro luogo in città.

Alla gentile richiesta del Presidente Bonocore di scrivere qualcosa sul progetto ho avuto un attimo di perplessità. Cosa dire ? Ci ho pensato non poco, e mi sono chiesta che cosa avesse veramente portato lì, sotto uno stesso tetto - tante componenti della società.

Secondo me il vero responsabile è  il Covid-19. Lasciatemi spiegare…

Nell’agosto 2020, in piena pandemia, camminando in riva al mare, mi chiedevo come avrei potuto affrontare un inverno che si prospettava lungo, incerto, difficile. Come avrai fatto a trascorrere tra le pareti domestiche i mesi autunnali, invernali, forse anche la primavera in attesa del vaccino.

Ho fatto sport per tutta la vita, ho lottato, in prima battuta, contro i miei tanti limiti e mi sono seduta al tavolo da gioco del Circolo del Bridge in tarda età, lasciandomi coinvolgere e gustando tutto quello che il bridge può offrire. Durante quella passeggiata ho pensato che forse il Bridge poteva essere la mia ancora di salvezza. Mi si obietterà : ma come ? Durante la Pandemia? Circoli chiusi ?  Invitare gli amici a casa ? Maneggiare carte assieme ad altre persone ? Sedersi vicini ? Il mio passato di programmatore mi è venuto in aiuto … useremo la Rete. Ci inventeremo qualcosa, ci vedremo tra amici, parleremo di Bridge, sperimenteremo nuovi modi di stare assieme. Useremo questo tempo di lockdown per prepararci ad una esplosione di vita quando potremo tornare alla nostra cara amata routine quotidiana, fatta di doveri verso la famiglia ma con il pomeriggio o la sera riservati al nostro amato Bridge.

Una telefonata all’amico Salvatore Virzì, in cui dichiaravo il mio desiderio-necessità di dedicare il mio tempo libero al Bridge per dare qualcosa all’Associazione con cui ero tesserata, mi ha convinto di essere sulla strada giusta.

Quello che succedeva a me stava succedendo a tanti, tanti amici “sportivi dentro”, che soffrivano come me.  Il Covid-19 mi ha dato anche un grande aiuto a trovare compagnia lungo questa strada, ha fatto sì che Maria Rosaria, una ottima insegnante di Bridge, che da qualche anno aveva deciso di non insegnare più, poiché costretta anche lei tra le quattro mura domestiche, si lasciasse tentare dal brivido dell’ignoto: i webinar sul Bridge, la didattica del Bridge a distanza…, il gioco sulle piattaforme digitali. Ha fatto sì che tutto il gruppo di Bridge Convivium, per i medesimi motivi già detti ( tutti a casa con tanto tanto tempo libero) ci aiutasse operativamente a svolgere i corsi e soprattutto le sessioni di allenamento on-line. Ci siamo dovuti ingegnare a trovare tutti i modi e tutte le risorse per poter proporre agli allievi le stesse smazzate che avremmo usato al tavolo, abbiamo piegato gli strumenti digitali ai nostri bisogni e non ci siamo piegati al Virus.

Quante belle cose, belle per noi in prima persona e credo belle anche per chi ha partecipato alle nostre escursioni sul Web, sono accadute.

Abbiamo organizzato, in casa Bridge Convivium, un primo webinar intitolato “Tutto quello che avreste voluto sapere sul Bridge”  che ci ha consentito di avviare un Corso Fiori a distanza.

Poi abbiamo organizzato un secondo webinar per la sezione catanese della Mathesis, ritagliato a misura di audience con grafici e gaussiane e tutto quello per cui i prof. vanno matti, professori di matematica universitari e non … e uno di questi ha immediatamente scritto in federazione e chiesto di partecipare ai corsi on-line che erano stati intanto attivati dalla federazione. Poi abbiamo organizzato una presentazione per il CINAP, centro per l’integrazione attiva e partecipata degli studenti universitari di Catania, sul gioco del Bridge. E intanto facevamo un Corso di Bridge a Scuola per il Liceo Gulli e Pennisi di Acireale e intanto c’era anche un corso per gli amici del Circolo sempre desiderosi di migliorare il loro Bridge dal titolo evocativo “Ritorno al Futuro”. Infine una  riflessione profonda su ciò che accadeva nei vari Circoli del Bridge in Italia, oltreché nel nostro, ci ha indotto a chiederci : come sarà l’atmosfera del Circolo quando potremo tornare ai tavoli? Tanti soci avevano smesso di giocare perché poco inclini all’uso degli strumenti digitali, tanti pensavano che a Bridge si potesse giocare solo di presenza, tanti pensavano che la didattica si potesse fare solo di presenza, nel solito modo … con i soliti rituali.

La riflessione ci ha portato a cercare una via di fuga da queste strettoie, e quelle veramente strette erano per lo più le nostre idee di persone non più giovani a loro agio solo nella quotidiana confortante routine del pomeriggio al circolo. E con le competizioni sportive sospese venivano a mancare anche i normali sfoghi all’aggressività ordinaria … non era per niente un bel mondo! Nonostante le nostre giornate in Bridge Convivium fossero parossistiche, si lavorava di giorno intensamente e a volte anche di notte, ci siamo detti : ok il bridge a scuola, ma perché solo gli Istituti Superiori ? Ecco nascere l’idea di proporre al Cus dei Corsi di Bridge: avremmo potuto svolgerli anche in pieno lockdown, in qualunque modalità e con un po' di impegno in più anche in inglese. Avrebbero potuto accedere tutti, anche i professori, anche il personale amministrativo, anche i diversamente abili e anche gli studenti con Dsa.

E ancora un volta il Covid-19 ci ha indicato il metodo: grazie alla cooperazione tra associazioni sportive e sotto l’egida della FIGB il nostro progetto acquistava forza, credibilità, spessore. Ci saremmo “salvati” lavorando assieme con  l’obiettivo comune di diffondere la pratica del Bridge.

Per quanto sia difficile da accettare e da dire dovremmo dire in conclusione grazie al Covid-19.

Ma preferisco invece ringraziare quella forza in più che gli sportivi hanno dentro e alla quale ricorrono nelle difficoltà.  E ribadire ancora una volta che lo Sport è vita, salute fisica, salute mentale. E qual è lo sport che possiamo praticare fino a 100 anni e oltre ? Il Bridge!""

 

CAMPIONATO REGIONALE A SQUADRE LIBERE MISTE 2021 SERIE PROMOZIONE – La finalissima

E-mail Stampa PDF

Sabato 27 novembre si è concluso  il campionato regionale zonale a squadre libere miste serie promozione.

Le prime  due  squadre vincenti dalla precedente selezione del 20 novembre e provenienti dalle sedi  Messina e Catania hanno disputato un incontro a quattro squadre.

Vince il titolo di campione regionale zonale la squadra Ruggeri.

La classifica

Ruggeri

Arcovito

Polizzi

Bonocore

Dalla medesima selezione del 20 novembre ma svoltasi presso la sede di Palermo erano state ammesse alla finale tre squadre che hanno disputato sempre sabato 27 novembre un triplicato per aggiudicarsi il titolo di campione regionale zonale, vinto dalla squadra Barbaccia

La classifica:

Barbaccia

Ferruzzi

Livigni

Tutte e sette le squadre potranno accedere agli omologhi campionati di serie B a Salsomaggiore nella stagione 2022

Ultimo aggiornamento Lunedì 29 Novembre 2021 12:34
 

Baglio Basile - due giornate di bridge in presenza anche per i non tesserati

E-mail Stampa PDF

In occasione del 4° Campionato del mondo di ChessBoxing e del 1° Mondiale di ChessBoxinglight che si svolgeranno, per la prima volta in Europa, dal 6 al 12 dicembre presso lo splendido resort del Baglio Basile di Petrosino (Trapani), fra gli eventi collaterali, oltre gli Scacchi e il Burraco, anche il Bridge sarà presente.

Per i giocatori ed accompagnatori il Baglio Basile riserva il seguente particolare trattamento convenzionato:

1 pernottamento di sabato 11 dicembre più la cena di sabato e il pranzo della domenica 12 = 62 euro a persona (+ la tassa di soggiorno).

Inoltre è possibile usufruire del pullman da Palermo (piazzale Giotto) a/r con una quota aggiuntiva di 12 euro a persona.

Adesioni entro 30 novembre 2021.


Il Circolo Palermitano Bridge Enzo Riolo in collaborazione con l’Associazione Bridge Palermo, Mondello Bridge, Addaura Bridge e i bridgisti di Marsala cureranno tecnicamente il WE bridgistico che prevede il seguente programma:

Sabato 11 dicembre:

  • -  Ore 14.00 partenza dal piazzale Giotto (PA) del pullman (per i prenotati)

  • -  Ore 16.30 Torneo Mitchell

  • -  Ore 20.30 cena

  • -  Ore 21.30 serata libera per Bridge spontaneo (duplicati/Bridge libero) o

    per assistere alle finali del Mondiale di ChessBoxing Domenica 12 dicembre:

  • -  Ore 10.30 visita guidata gratuita al centro storico di Mazara

  • -  Ore 13.00 pranzo

  • -  Ore 16.00 Torneo Simultaneo nazionale

  • -  Ore 19.30 Premiazione

  • -  Ore 20.00 ripartenza verso Palermo col pullman

    Verrà stilata una classifica cumulata fra i due tornei che darà diritto al rimborso del soggiorno per i vincitori.

    Visto il carattere promozionale della manifestazione ai tornei di Bridge sarà possibile eccezionalmente partecipare anche se non in possesso della tessera FIGB.

    La quota d’iscrizione ad entrambi i tornei è fissata in 25 euro. Sarà possibile anche partecipare al singolo torneo al costo di 15 euro.

    I premi al netto delle spese verranno riversati interamente ai primi tre classificati di ogni torneo.

    Per informazioni e prenotazioni telefonare al 3493409744 (Riccardo Gueci)

Ultimo aggiornamento Giovedì 25 Novembre 2021 08:56
 


Pagina 1 di 132

Cerca

Sondaggi

I tuoi punti FIGB

Inserisci il codice FIGB ...


Dove ti trovi

Home News

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione linee guida.